Ciò che conta davvero - Sta arrivando l'etichetta dell'efficienza energetica per gli apparecchi per riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria.

Con Wolf siete sempre informati e attrezzati al meglio

  • La Direttiva Ecodesign ErP spiegata da Wolf
  • Frigoriferi, lavastoviglie, lavatrici, forni... per gli elettrodomestici tutto è iniziato negli anni '90. Nel frattempo anche gli altri apparecchi che consumano energia, quali televisori, lampade e, da settembre 2014, anche gli aspirapolveri, recano l'etichetta europea relativa all'efficienza energetica di ErP. "ErP" è l'acronimo della definizione inglese Energy related Products (Prodotti connessi al consumo energetico).

    Oggi (ai sensi della Direttiva Ecodesign) vengono stabiliti i requisiti minimi di efficienza per soluzioni di risparmio energetico, rivolti a produttori di apparecchi di riscaldamento d'ambiente e combinati per il riscaldamento e la produzione di acqua sanitaria, scaldacqua e serbatoi per l'acqua calda.

    Questa direttiva comune, applicata all'interno dell'Unione Europea (UE28) con la relativa etichetta, è volta ad assistere e aiutare il consumatore nella sua scelta durante l'acquisto, a contenere la domanda privata di energia e a promuovere la protezione dell'ambiente.

    Distributori, progettisti, rivenditori ed installatori sono tenuti a riportare nelle offerte ai loro clienti gli indicatori di efficienza, tramite schede tecniche ed etichette di efficienza energetica.


Obblighi per il produttore:

  • Direttiva Ecodesign (ErP) ed etichetta dell'efficienza energetica

    Quali ambiti di prodotto sono interessati dalla Direttiva ErP?


    • La Commissione Europea ha stabilito per l'ambito dei prodotti tecnici per l'edilizia, come apparecchi per il riscaldamento e la produzione di acqua calda fino a 400kW e accumulatori fino a 2.000 l, che i produttori, a partire dal 26 settembre 2015, possano immettere sul mercato esclusivamente apparecchi che soddisfino i nuovi requisiti minimi di efficienza energetica e la salvaguardia dell'ambiente. Il produttore deve confermare il rispetto delle direttive tramite la marcatura CE.

      Le categorie di prodotti interessate sono:

      • Apparecchi per il riscaldamento d'ambiente
      • Apparecchi per il riscaldamento combinati (ambiente e acqua sanitaria)
      • Accumulatori di acqua calda
      • Insiemi di apparecchi per il riscaldamento d'ambiente, apparecchi per il riscaldamento combinati, dispositivi di controllo della temperatura e dispositivi solari
      • Apparecchi per il riscaldamento combinati (Tipo B1) < 30 kW in sostituzione nei condomini (vedi pieghevole alla fine di questa brochure)
      • I generatori di calore fino a 70 kW e gli accumulatori fino a 500 l devono essere provvisti di una scheda tecnica e di un'etichetta di efficienza energetica.

       

       

    • Non sono interessati:

      • Apparecchi per il riscaldamento a biomassa
      • Gli impianti di riscaldamento con fluidi termovettori quali gas, vapore o aria
      • Apparecchi di cogenerazione a partire da una potenza elettrica di 50 kW
      • Impianti di riscaldamento d'ambiente a partire da 400 kW, accumulatori di acqua calda a partire da 2.000 l.

Obblighi per rivenditori ed installatori specializzati:

  • Cosa significa tutto questo per distributori, progettisti, commercianti e artigiani specializzati?

    Vendita, esposizione e pubblicità.


    • La maggior parte delle caldaie convenzionali, non a condensazione, fino a 400 kW non potrà più essere immessa sul mercato a partire dal 26/09/2015! Gli apparecchi per il riscaldamento senza pompe di circolazione ad alta efficienza non potranno più essere immessi sul mercato e commercializzati a partire dal 1° agosto 2015. Dal 1° agosto 2015 potranno ancora essere immesse sul mercato solo le pompe di circolazione ad alta efficienza.

      I prodotti nuovi devono essere etichettati
      Per quanto riguarda gli apparecchi da esposizione, l'etichetta dell'efficienza energetica deve essere applicata in modo visibile sulla parte anteriore. In caso di vendita tramite installatori specializzati, è necessario accludere o mostrare nell'offerta al cliente finale la scheda tecnica e l'etichetta di efficienza energetica. Attenzione: le infrazioni sono sanzionabili.

      Per la vendita di un insieme di apparecchi, per esempio in caso di combinazione di caldaia a condensazione e impianto solare termico, è necessaria non solo l'etichettatura dei singoli componenti in esposizione o in offerta, ma anche una creata appositamente per tale insieme di apparecchi.

  • Efficienza in breve

    Cosa indica precisamente l'etichetta degli apparecchi ErP?


    • L'attuale etichetta ErP per gli apparecchi per il riscaldamento d'ambiente mostra la rispettiva classe energetica su una scala da A ++ a G (per le pompa di calore fino a D, mentre per gli accumulatori da A a G). A partire da agosto 2019 verrà applicato un ulteriore restringimento della classe, ovvero da A +++ a D, per gli accumulatori da A + a G, mentre per le pompe di calore (a bassa temperatura) l'etichetta deve riportare informazioni sulla zona climatica. Inoltre, verranno riportati valori come prestazioni sonore e potenza di riscaldamento. Gli apparecchi combinati per il riscaldamento d'ambiente e dell'acqua sanitaria devono riportare le classi di efficienza per entrambe le funzioni.

      Wolf correda tutti i prodotti forniti, interessati da questa norma, di un'etichetta e di una scheda tecnica che i distributori, i rivenditori e gli installatori specializzati devono utilizzare per la definizione dei prodotti. L'etichettatura ufficiale può avvenire solo a partire dal 26/09/2015. In questo caso, viene concesso un periodo di transizione di 3 mesi.

  • Precisione e sicurezza da un unico fornitore

    Il vantaggio di avere Wolf come fornitore di sistema: l'etichetta degli insiemi di apparecchi!


    • Come per l'etichetta, ogni offerta degli insiemi di apparecchi deve contenere l'indicazione della classe di efficienza energetica. A tal fine, devono essere mostrate in modo visibile l'etichetta e la scheda tecnica compilata.Un generatore di calore e un dispositivo di controllo sono già considerati "insieme di apparecchi"..
      Tale etichettatura deve essere effettuata da distributori, concessionari, rivenditori e/o installatori specializzati.

      Quale fornitore completo di apparecchiature per riscaldamento, condizionamento, ventilazione ed energia solare, Wolf facilita notevolmente il calcolo e la definizione degli insiemi di apparecchi. Prepara infatti schede tecniche ed etichette per i pacchetti preconfigurati WOLF (compresi tutti i documenti per i singoli componenti).

    • Ciò significa che potete presentare, unitamente all'offerta di un insieme di apparecchi, le relative schede tecniche ed etichette.

      Eviterete così costose ricerche e sintesi di insiemi di apparecchi, con notevole guadagno di tempo per voi e maggiore sicurezza per i vostri clienti.

      Naturalmente, nella progettazione dei singoli insiemi Wolf, manterrete ancora una certa flessibilità nella combinazione degli apparecchi. A tal fine, è stato creato il nuovo portale ErP Wolf (disponibile a partire dalla primavera 2015), grazie al quale potrete creare in pochissimo tempo l'etichetta degli insiemi di apparecchi adatta per la vostra proposta di sistema Wolf. Più facile e sicuro di così...


    • In sintesi:
       

      Tre metodi di calcolo degli insiemi di apparecchi ErP

       

      1. Eseguite il calcolo da soli a mano e con scheda tecnica o con un software ErP disponibile sul mercato

      2. Utilizzate i pacchetti pronti di Wolf

      • tutti i documenti sono disponibili in modo completo e immediato
      • nessun costo di software
      • garanzia del sistema di 5 anni

      3. Eseguite il calcolo di un insieme di apparecchi Wolf tramite il portale online ErP Wolf (disponibile a breve)

      • calcolo di tutti gli insiemi di apparecchi Wolf
      • nessun costo di software
      • garanzia del sistema di 5 anni

La fine della tecnologia di riscaldamento non a condensazione è vicina.

  • Riparazione? Sostituzione? Conversione?

    • Fate una verifica del vostro portfolio clienti nei prossimi mesi. Quali caldaie convenzionali, dei vostri clienti necessitano di riparazione o sostituzione a causa di usura?

      L'introduzione della Direttiva Ecodesign comporta anche l'eliminazione dal programma di quasi tutte le caldaie convenzionali Wolf.

      Assistenza e riparazione
      Gli impianti esistenti possono tuttavia continuare a essere utilizzati anche oltre la scadenza. È comunque importante eseguire un'assistenza regolare di questi apparecchi - un buon argomento per i clienti.

      Sostituzione
      Soprattutto nei condomini è utile sottoporre a revisione tutte le caldaie convenzionali e sostituire prima della scadenza i singoli apparecchi più 'logori'. Non è possibile combinare insieme apparecchi convenzionali e a condensazione con un unico condotto di scarico!

      Rinnovamento sostenibile

      Le caldaie a condensazione Wolf con BlueStream® offrono consumi minimi e bassi costi di manutenzione. Queste caratteristiche le rendono un investimento che si ripaga da solo. Si tratta di un buon argomento di vendita per i clienti privati e di un interessante vantaggio concorrenziale per l'edilizia residenziale.

ErP-ready? Ciò che conta:

• Data di scadenza 26/09/2015: obbligo di etichettatura per impianti di riscaldamento fino a 70 kW e accumulatori fino a 500 l con etichetta di efficienza energetica
• Eliminazione della tecnologia convenzionale, non a condensazione, fino a 400 kW
• Etichettatura ErP semplice per insiemi di apparecchi, grazie ai pacchetti di sistemi Wolf e portale online ErP Wolf
• Risanare o sostituire gli apparecchi vecchi prima della data di scadenza

 


Download:

Guida alla Direttiva Ecodesign ErP (PDF 1,5 MB)